La pressostruttura, con membrana PVC viene sostenuta e stabilizzata tramite la creazione di una sovrapressione all’interno del guscio ottenuta con l’immissione di aria prodotta da un generatore principale posto adiacente alla costruzione il quale svolge anche compiti di riscaldamento mediante l’attivazione di un bruciatore. Nel caso di avaria dell’impianto l’abbassamento di pressione interna viene registrato, tramite un pressostato, dal gruppo di emergenza che immediatamente entra in funzione mantenendo inalterato il valore di sovrapressione necessario durante i tempi di intervento tecnico. I collegamenti macchine-copertura vengono ottenuti con tubi flessibili mentre all’interno l’entrata dell’aria è gestita da due sacche di diffusione che impediscono flussi violenti e fastidiosi. La copertura è vincolata al cordolo di cls mediante ancoraggio chimico o meccanico. La tenuta è garantita da una veletta interna di tamponamento e da una esterna che offre un perfetto scolo delle acque meteoriche. L’ingresso è collegati con un “soffietto” di compensazione che assorbe le naturali oscillazioni dell’intera pressostruttura quando sollecitata da forte vento, mentre gli sforzi meccanici vengono sopperiti da un cavo di acciaio rivestito di PVC posto all’attacco dei due elementi e collegato al cordolo di Fondazione. L’impianto di illuminazione, a norme CEI, viene gestito da un quadro di comando situato all’interno della struttura. SINGOLA MEMBRANA MOD. BASIC -Membrana singola in tessuto di poliestere ad alta tenacità, spalmato in PVC, peso complessivo 720 g/m2, autoestinguente, laccatura misto acrilico/resina fluorurata con tessuto di armatura ad alta resistenza alla trazione certificato alla resistenza al fuoco classe 2 – saldature ad alta frequenza – perimetro a tenuta con sistema a doppia patella con predispsizione ancoraggio ad anelli e fodero tubi. – certificato di fabbricazione manufatto – certificazione memebrana